centrale nucleare di LatinaRoma, li 27.05.2008
NUCLEARE. PELAGALLO (VERDI): “NEL LAZIO I FRUTTI AVVELENATI DEL GOVERNO BERLUSCONI”

“Centrali nucleari nel Lazio: ecco serviti i primi frutti avvelenati del governo Berlusconi, la scelta del ritorno al nucleare prospettata dal governo oltre che antieconomica e pericolosa non è immediatamente attuabile e contraddice la tendenza generale, europea e statunitense dell’abbandono del nucleare e del progressivo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili”. Lo dichiara in una nota Claudio Pelagallo vicepresente regionale dei Verdi.

“Non sono ancora stati risolti i problemi di sicurezza per gli impianti né per le scorie che questi producono – dice Pelagallo – e questa e’ la ragione per cui da oltre dieci anni nessun Paese avanzato costruisce nuove centrali”. –

“Inserire Latina come uno dei possibili siti dove costruire una nuova centrale nucleare è una scelta folle e irresponsabile – continua Pelagallo – perché quel territorio sta ancora pagando le gravi conseguenze in termini di salute umana e danni ambientali lasciati in eredità dai vecchi impianti dimessi di Borgo Sabotino e di quella confinante del Garigliano. Ora è giunto il momento di rendere noti i dati epidemiologici sui morti per tumori e leucemie dei residenti nei territori limitrofi a queste centrali”.

“La posizioni espresse dalla giunta Alemanno – aggiunge Pelagallo – che ritiene necessaria la costruzione di quattro inceneritori nel territorio comunale di Roma e l´adesione al piano nucleare del governo da parte del Presidente della Provincia di Latina Cusani, favorevole anche agli inceneritori per i rifiuti, la dice lunga sull´idea di sviluppo del centrodestra nella nostra regione: un territorio insalubre, ostile ai cittadini, disseminato di impianti inquinanti e pericolosi”.

“Al contrario – conclude l´esponente dei Verdi- occorre migliorare l’efficienza energetica sviluppando le energie rinnovabili, tra queste quella solare ritenuta da tutti gli esperti la risorsa energetica risolutiva per il futuro”.

Claudio Pelagallo

Vicepresidente Federazione Regionale di Verdi del Lazio

Nucleare no grazie-LA CARTA DEI PRINCIPI- pdf

Tags:

Lascia un commento