sanità file d'attesa

Dicono una bugia quanti nel centrodestra sostengono che i debiti della sanità li ha lasciati la Giunta Marrazzo. Quando nel 2005 la giunta di cetrosinistra si è insediata sono stati certificati 10 miliardi di euro di debiti lasciati da Storace e PDL. Lady ASL imperversava,  la spesa era fuori controllo e alcune ASL non presentavano nemmeno i bilanci. Con un lavoro certosino di risanamento e nonostante che il governo per due anni non ha trasferito alla regione i soldi duvuti per legge, l’assessore alle Finanze Nieri ha è riuscito a riportare il bilancio quasi in pareggio con 1 miliardo e 600 milioni di debito.

Oggi la Polverini e il centrodestra con un piano sanitario tutto ragioneristico demoliscono la sanità nel Lazio, con 2865 posti letto in meno, 28 ospedali chiuderanno, compresi alcuni reparti degli ospedali di Anzio e Nettuno.

Con la Polverini alla Regione le liste di attesa non solo non si sono accorciate ma nel caso della ASL RMH si sono allungate, per visite, esami, terapie i malati sono costretti a continui e disumani viaggi tra un comune e l’altro, dal litorale, ai castelli romani, a Latina e Roma. La Polverini risparmia sulla pelle dei malati nonostante abbia aumentato le tasse IRPEF e IRAP.

Dalla ex sindacalista ci saremmo aspettati ben altro. Il suo piano sanitario comporterà conseguenze disastrose per l’occupazione: migliaia di precari delle strutture pubbliche e privare perderanno il posto di lavoro. Stiamo parlando di lavoratori che tengono in piedi interi reparti.

“ LA POLVERINI CE L’HA FATTA” scrive trionfante il PDL sui manifesti, cosa avranno da rallegrarsi? I cittadini bisognosi di cure non l’hanno certo capito.

Claudio Pelagallo

Sinistra Ecologia Libertà con Vendola

1 commento on PELAGALLO SEL: Piano della Polverini demolisce la sanità nel Lazio

  1. Avatar DSLR-A850 ha detto:

    Il tuo post sul blog offre la stessa presentare come un altro autore dell’articolo, ma ho come il tuo gran lunga migliore.

Lascia un commento