Da: UFFICIO STAMPA SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ LAZIO <sinistraelibertalazio@gmail.com>

ANZIO; SEL: POLIZIA GARANTISCA DISSENSO E ISTITUZIONI ASCOLTINO CITTADINI CONTRARI A TURBOGAS

Roma, 21 settembre 201

“Le istituzioni e le forze dell’ordine dovrebbero garantire e assecondare il dialogo, non fomentare gli animi. Le persone hanno il diritto di protestare pacificamente contro la Turbogas”. Così in una nota, Marco Furfaro, portavoce laziale di Sinistra Ecologia Libertà e Claudio Pelagallo del coordinamento del  circolo di Anzio, commentano i fatti avvenuti ieri sera al porto di Anzio.

“Ieri sera – spiegano -. si è tenuto un sit-in pacifico al porto di Anzio per fermare il secondo convoglio che trasportava un ulteriore pezzo destinato alla Turbogas di Campo di Carne di Aprilia. La nave con il carico speciale è attraccata al porto di Anzio all’incirca verso mezzogiorno. I No turbogas sono arrivati intorno alle 18,30, quando ancora il convoglio non era partito. Alla Partenza del convoglio, verso le 21,30, quando una quarantina di manifestanti si sono seduti per terra per bloccarne simbolicamente il transito, il vicequestore del Commissariato di polizia di Anzio e Nettuno ha intimato lo sgombero perché la manifestazione non era autorizzata. Poco dopo due militanti no turbogas sono stati caricati su una volante della polizia. Non appena la volante è partita con loro a bordo la protesta è diventata più forte, la polizia ha tentato di creare un cordone di sicurezza che ha prodotto solo confusione. Per fortuna i due sono stati fatti uscire dalla volante. “Una centrale – continua la nota -, quella Turbogas,  realizzata da Sorgenia (quella degli spot sull’energia sensibile, pulita) con il benestare dei vari governi centrali e contro la volontà delle popolazioni di Anzio, Nettuno, Aprilia, Pomezia e Ardea. Un impianto a ciclo combinato altamente inquinante. La centrale turbogas avrà un impatto devastante sul territorio limitrofo: in termini di variazioni del microclima, di ricaduta al suolo di inquinanti chimici, di contaminazione dell’aria. per le polveri sottili prodotte e per la grande grande quantità di acqua necessaria all’impianto, realizzato in una zona densamente abita e già gravata da altre gravi emergenze ambientali”.

“Non ci fermeremo – concludono Furfaro e Pelagallo – davanti all’arroganza dimostrata dai potentati economici, la mobilitazione dei cittadini e di Sinistra Ecologia e Libertà continuerà, rilanciando da subito la proposta di abbandonare il progetto turbogas a favore di un impianto ad energie pulite e rinnovabili”.

Ufficio Stampa Sinistra Ecologia Libertà Lazio

1 commento on ANZIO; SEL: POLIZIA GARANTISCA DISSENSO E ISTITUZIONI ASCOLTINO CITTADINI CONTRARI A TURBOGAS

  1. Avatar moccolaia ha detto:

    Senza dubbio un buonintervento. Visito con attenzione il blog http://www.claudiopelagallo.it. Avanti con questa grinta!

    altri consigli disponibili qui

Lascia un commento