Nettuno allagata“La gravissima situazione meteorologica che negli ultimi giorni ha colpito il litorale laziale ha generato una vera e propria emergenza che non si spiega solo con l’eccezionalita’ delle piogge. Ma mette in evidenza la fragilità del territorio”. Lo dichiara in una nota Claudio Pelagallo Vicepresidente Regionale dei Verdi del Lazio.
“Per anni come Verdi abbiamo denunciato la devastazione del territorio portata avanti con le sanatorie edilizie e con piani regolatori miopi. Per troppo tempo – spiega Pelagallo – si e’ permesso di costruire in deroga e in violazione delle norme di tutela e di rispetto delle zone a rischio frane e dei corsi di acqua. L’uso indiscriminato del cemento e dell’asfalto hanno alterato l’equilibrio ambientale modificando il normale sistema di permeabilita’ dei suoli. Si e’ consentito l’edificazione in zone di esondazione in aree di vulnerabilita’ idrologica e idrogeologica, in territori a rischio idraulico. Situazioni cosi’ gravi – prosegue Pelagallo – pongono l’urgenza di far fronte con risorse adeguate per ripristinare i gravissimi danni ambientali. Occorre rinaturalizzare i corsi d’acqua liberando i fossi e fiumi dagli intubamenti di comodo voluti dai costruttori per aumentare le cubature con la connivenza degli amministratori locali. Occorre una moratoria di tutte le deroghe al sistema delle tutele dei corsi d’acqua e delle fasce costiere della nostra regione”.

2 commenti on Verdi Lazio Pelagallo L’uso indiscriminato del cemento ha alterato l’equilibrio ambientale

  1. Avatar clara casoni ha detto:

    sono d’accordo
    clara

  2. Avatar Andrea Ramello ha detto:

    Ciao Claudio, posso darti un suggerimento? Collegati a questo sito
    http://www.stopalconsumoditerritorio.it
    che sta promuovendo a livello nazionale una moratoria (un “cessate il fuoco” sarebbe meglio dire) di tutte le politiche edilizie fino a quando non si è compiuto da parte dei comuni un censimento di tutte le abitazioni sfitte o abbandonate e di pianificare nuovi interventi solo al posto di altri già preesistenti. Ma nel sito è tutto spiegato con chiarezza!
    Un salutone.

Lascia un commento